Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Adozioni

Adozioni internazionali

Informazioni generali dal sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

 

Adozione da parte di coppie italiane residenti all’estero

I cittadini italiani che hanno adottato un minore sulla base di una pronuncia delle competenti autorità della Nigeria e della Repubblica del Benin possono fare istanza per chiederne il riconoscimento al Tribunale per i minorenni del luogo della loro ultima residenza in Italia. Dovranno dimostrare di aver soggiornato in Nigeria o in Repubblica del Benin per almeno due anni, al momento della pronuncia di adozione da parte delle autorità locali.

Il Tribunale dei minorenni, verificata la residenza di almeno due anni e qualora la pronuncia delle autorità locali risulti conforme ai principi della Convenzione dell’Aja del 1993, ne riconosce gli effetti in Italia, ordinando la trascrizione dell’atto di nascita del minore presso i registri di stato civile del competente Comune italiano. Questo consentirà al minore adottato di acquistare la cittadinanza italiana e l’ottenimento, presso l’Ufficio consolare del Consolato Generale, del passaporto italiano.

Per ulteriori informazioni si consiglia di visitare il sito della Commissione per le Adozioni Internazionali